Dal mondialismo tecnocratico a quello ecologista?

Hummes-1200x762_c

Recenti ammissioni del cardinale Claudio Hummes, relatore generale del prossimo Sinodo Panamazzonico Un programma per l’imminente Sinodo amazzonico Il cardinale brasiliano Claudio Hummes è presidente della Rete Ecclesiale Panamazzonica e sarà relatore generale nell’imminente Sinodo dei vescovi per l’Amazzonia. Per preparare i fedeli a questo evento, egli ha pubblicato un volumetto programmatico intitolato O Sinodo

I “ministeri dal volto amazzonico”: eclissi del sacerdozio cattolico e della gerarchia della Chiesa (IV)

wwii-destroyed-church-france_u-l-q10oxmr0

In una recente intervista con il giornalista Edward Pentin, corrispondente romano del National Catholic Register, il Cardinale Gerhard Müller ha affermato che l’Instrumentum laboris per il prossimo Sinodo speciale sull’Amazzonia “è stato scritto soprattutto da un gruppo di discendenti di tedeschi e non da gente che vive là”. Ne consegue “una prospettiva molto europea”, con

Un alleato imbarazzante

Manifesto

Il vecchio detto “dimmi con chi vai e ti dirò chi sei” non ha alcun valore assoluto per gli individui, che potrebbero avere motivi legittimi per relazionarsi con persone malvagie (anche se ciò accade raramente). Ce l’ha però in rapporto a istituzioni e iniziative che promuovono un credo religioso o una dottrina filosofica o politica,

Meiattini: “La nostra fede non è una cosmovisione, che parte dalla natura, ma comunione col Dio vivo”

indigeni amazzonia

Un altro noto teologo sottolinea l’inaccettabilità di molti brani dell’Instrumentum Laboris dal punto di vista del multisecolare magistero cattolico. Intervista di Sabino Paciolla a dom Giulio Meiattini, professore di teologia al Pontificio Ateneo Sant’Anselmo Paciolla: Dom Giulio lei ha scritto una riflessione molto critica sull’Instrumentum laboris (=IL) preparatorio al sinodo sull’Amazzonia, che si terrà a ottobre

Il prossimo sinodo sarà “amazzonico” o “massonico”?

anel-de-tucum

Questa mattina è apparso sul blog del vaticanista Marco Tosatti un articolo di José Antonio Ureta sul prossimo Sinodo amazzonico, e sul ruolo segreto svolto da una singolare compagnia, quella dell’ “anello di tucum”, nella preparazione dell’assise di ottobre Dopo che, nella biografia sul loro connazionale cardinale Godfried Daneels, i giornalisti belgi Jürgen Mettepenningen e Karim

Che cosa direbbe Benedetto XVI al sinodo dell’Amazzonia

BenedettoXVI

Il noto vaticanista Sandro Magister, prendendo spunto da uno scritto di Benedetto XVI, ha pubblicato sul blog Settimo Cielo una riflessione sullo scontro in atto attorno al Sinodo Panamazzonico. Invitiamo tutti i nostri lettori a leggerlo. La marcia d’avvicinamento al sinodo dell’Amazzonia è sempre più connotata come una battaglia campale con epicentro la Germania e con una

MONS. VIGANO’: “LA FIGURA DI CRISTO È ASSENTE NEL DOCUMENTO SUL SINODO PER L’AMAZZONIA”

mons_carlo_maria_vigano

Martin M. Barillas ROMA, 2 agosto 2019 (LifeSiteNews) – L’arcivescovo Carlo Maria Viganò ha affermato che il sinodo di ottobre sull’Amazzonia rappresenta il trionfo dello sforzo portato avanti per decenni da parte dei gesuiti e dei loro sostenitori di ricostruire la Chiesa cattolica. “Dov’è il messaggio cristiano qui?”, si domanda l’arcivescovo Viganò nei confronti dell’Instrumentum

DIECI PUNTI SALIENTI DELLA POLITICA AMBIENTALE DEL BRASILE

ambiente brasile

Presentata come una delle economie emergenti più forti, il Brasile è già una potenza ambientale nello scenario internazionale. Tuttavia, quando si parla di ambiente, il paese e la sua agricoltura sono bersaglio di attacchi assurdi e ingiustificati, sia qui che all’estero. Dieci punti rilevanti illustrano con fatti e cifre l’eccezionale posizione sull’ambiente del Brasile. ***

I “ministeri dal volto amazzonico”: eclissi del sacerdozio e della gerarchia della Chiesa (3)

culto-pachamama-cattolici

Nei precedenti articoli di questa serie (qui e qui) abbiamo mostrato come durante la crisi post-conciliare si sia sbiadita poco a poco la differenza essenziale fra clero e laici, a causa dell’ecclesiologia del Popolo di Dio e del riconoscimento di nuovi “ministeri laicali” nei testi ufficiali della Chiesa. Dai “gruppi profetici” europei del post ’68

Sinodo amazzonico/La terribile distorsione dell’Instrumentum laboris

amazzonia_luogo_teologico

Questa mattina è apparso sul blog del vaticanista Aldo Maria Valli un contributo di don Alfredo Morselli che si concentra sulla questione della regione amazzonica considerata come “luogo teologico”. Analizzando il testo, don Morselli non esita a parlare di “stravolgimento” della categoria di luogo teologico, che porta con sé “una terribile distorsione del concetto di