Francesco ratifica Leonardo Boff e butta Fritz Löbinger nel Tevere

Pope-Francis

Pubblichiamo di seguito un’analisi dell’Esortazione Apostolica Querida Amazonia apparsa ieri sul blog del vaticanista Edward Pentin a firma di José Antonio Ureta, collaboratore dell’Istituto Plinio Corrêa de Oliveira. L’Esortazione Apostolica appena pubblicata conferma che nel pontificato di papa Francesco la politica ha la priorità sulla religione. Ha accelerato sull’”ecologia integrale” ma ha frenato in modo

Pastori denunciano: “Violenza religiosa” contro i fedeli indifesi e contro la memoria della Roma dei martiri

Gli episodi intorno al culto della Pachamama hanno marchiato a fuoco il Sinodo Speciale per la Regione Panamazzonica e già c’è chi vorrebbe rinominarlo come Sinodo Pachamamico o addirittura Sinodo Idolatrico. Chiaramente la provocazione di chi aveva pensato bene di fare un processo di “inculturazione” fasulla e a tappe forzate, si è ritorta contro tali

Sinodo: una deriva khomeinista?

Verso la fine della Guerra Fredda l’America Latina divenne il terreno di scontro fra due visioni di società ed economia: quella occidentale basata sulla proprietà privata, la libera iniziativa aziendale e il libero mercato e quella, invece, d’impronta statalista, centralista, insomma socialista, rappresentata dal modello sovietico, con la sua propaggine cubana nell’emisfero americano. La spettacolare

Alexander Tschugguel, il giovane “maccabeo” che ha gettato nel Tevere gli idoli della Pachamama

Tra le notizie inerenti il Sinodo dell’Amazzonia ve ne è una che ha fatto il giro del mondo ed è quella sulla rimozione di cinque statue della Pachamama dalla chiesa di Santa Maria in Traspontina poi gettate nel Tevere. Questo fatto altamente simbolico ha riscosso il plauso di innumerevoli cattolici che si erano sentiti offesi

Rinasce la Teologia della liberazione marxista

Pope-Francis-and-Fr.-Gustavo-Gutiérrez

*Julio Loredo è autore del libro “Teologia della Liberazione – Salvagente di piombo per i poveri”. Collabora con l’Istituto Plinio Corrêa de Oliveira Con la pubblicazione del Documento Finale, sabato 25 ottobre, si è concluso il Sinodo forse più controverso della storia recente della Chiesa. A differenza dei sinodi ordinari, che trattano punti specifici di

Sinodo dell’Amazzonia: la reale posta in gioco

Il Sinodo dell’Amazzonia sta causando irritazioni e perplessità in innumerevoli cattolici. E ciò era ravvisabile già dall’iniziale documento di lavoro (Instrumentum laboris), una sorta di proclama verde venato da chiare simpatie per le abitudini (pagane) dei popoli della regione amazzonica. Il malessere è aumentato con la pubblicazione della lista dei partecipanti al Sinodo, giacché fra

Pachamama, solo simbolo o anche idolo?

Juan Antonio Varas   La sottrazione dalla chiesa romana di Santa Maria in Traspontina di tre statuette di una donna nuda, in avanzato stato di gravidanza, fatta allo scopo di gettarle nelle acque del Tevere ha destato scalpore e le immagini dell’accaduto sono diventate virali sulle reti sociali. Il clamore non stupisce. Infatti le tre

CIRCOLI MINORI: LE PREOCCUPAZIONI TROVANO CONFERMA

indioslapressefo_54556114

Il Sinodo per l’Amazzonia sembra proseguire spedito e sicuro nella direzione voluta dai suoi promotori e organizzatori. I padri sinodali, pur con sfumature diverse, appaiono sostanzialmente concordi sulle proposte da presentare nel documento finale.   In effetti, le relazioni dei Circoli minori, consegnate alla Segretaria Generale del Sinodo e pubblicate dalla Sala Stampa della Santa

Sinodo Panamazzonico: ultima puntata della fiction

Riprendiamo dal blog di Aldo Maria Valli il saggio di José Antonio Ureta sulla cosiddetta “messa per la Terra senza mali”, già proibita dalla Congregazione per la dottrina della fede, adesso rilanciata e celebrata nella chiesa di Santa Maria in Traspontina, a due passi dal Vaticano. Fra gli oltre centotrenta eventi paralleli al sinodo che

Brasile: cresce la reazione contro il Sinodo amazzonico

Cresce il numero dei brasiliani preoccupati per le conseguenze perniciose che potranno derivare dal prossimo Sinodo Panamazzonico che si aprirà in Vaticano fra una settimana. All’inizio, erano stati pochi a capire esattamente di cosa si trattasse. I documenti sinodali, infatti, circolavano quasi esclusivamente fra gli addetti ai lavori, vale a dire fra i seguaci della