Cop 25, cosa non deve fare un cattolico. Decalogo contro l’allarmismo verde

Come dovrebbe essere l’atteggiamento cattolico nei confronti di un evento come il Vertice delle Nazioni Unite sul clima in corso a Madrid (Cop 25)? Un decalogo su come reagire di fronte all’allarmismo ecologista sul riscaldamento globale, alle politiche degli Stati sovra-nazionali e alle manifestazioni di piazza, scioperi per il clima, movimenti studenteschi che caratterizzano questo

Senza fedeltà alla dottrina non c’è sinodalità

L’annuncio da parte di papa Francesco su un prossimo sinodo dedicato alla sinodalità non può non preoccupare. Malgrado i proclami questi ultimi sinodi sono stati un pessimo esempio di sinodalità, ma soprattutto non ci può essere sinodalità senza fedeltà alla tradizione e senza il consapevole inserimento in quanto la Chiesa ha sempre insegnato. La sinodalità

Idoli, era dovere dello Stato difendere la vera religione

A difendere la religione cattolica dagli idoli dovrebbero essere solo i due “militi ignoti” della Traspontina oppure dovrebbero impegnarsi anche le leggi stesse e il potere politico?  La politica deve riconoscere che il culto degli idoli tra i cittadini della propria comunità politica è dannoso per la stessa vita politica, perché depotenzia l’uso della ragione politica a

La contraddizione più evidente del Sinodo sull’Amazzonia

Se, come dicono, la Chiesa è in Amazzonia per dialogare con le culture indigene e difendere l’ecosistema, perché ci sarebbe bisogno di più sacerdoti, al punto da ordinare uomini sposati? Quello dei viri probati è solo uno stratagemma. E bisogna interrogarsi su cosa significhi, oggi, missione. Solo dalla fede e dall’annuncio di Cristo sorgono sacerdoti. Come dimostra

Il sinodo dell’Amazzonia contraddice Giovanni Paolo II a Puebla

Nel blog precedente abbiamo visto che la linea del sinodo dell’Amazzonia, presente nell’Instrumentum laboris ed emersa anche in questi primi giorni di lavori, è in contrasto con quanto detto da Benedetto XVI alla VI Conferenza dei Vescovi latinoamericani ad Aparecida nel 2007. La stessa cosa può essere detta rileggendo il famoso discorso di apertura della II Conferenza

Convegno “Amazzonia la posta in gioco”: intervento del prof. Stefano Fontana

Tre errori nell’approccio al sinodo Nell’affrontare il sinodo sull’Amazzonia bisogna porre attenzione a non compiere tre errori. Il primo errore consiste nel considerare il sinodo, le sue tematiche e l’approccio teologico che emerge dall’Instrumentum laboris (IL), come nati da esigenze di questi nostri tempi, come qualcosa che non ha una storia alle spalle e non

Sinodo: due quadri teologici in lotta

La lettura dell’Instrumentum laboris del sinodo sull’Amazzonia non lascia adito a molto dubbi sul tema: al sinodo si scontreranno due quadri teologici opposti. Dato che questo blog si occupa di Dottrina sociale della Chiesa, è interessato ad affermare che uno dei due quadri legittima la Dottrina sociale e l’altro invece la rende impossibile. Il primo quadro dice

Ma gli indigeni amazzonici sono già salvi?

Nei precedenti blog dedicati al prossimo sinodo dell’Amazzonia ho più volte espresso l’impressione fondata che i popoli amazzonici non sembrano bisognosi di salvezza. L’Instrumentum laboris e la grancassa mediatica ufficiale li presentano come già salvi, dato che è piuttosto la Chiesa ad aspettarsi la salvezza da loro più che il contrario. A cambiare, infatti, è

Il neocolonialismo europeo al sinodo dell’Amazzonia

img800-sinodo-per-l-amazzonia-ecco-le-date-142755-large

Il prossimo sinodo dell’Amazzonia vorrebbe essere un esempio di Chiesa in uscita verso una periferia del mondo per imparare da essa piuttosto che per insegnare, per farsi evangelizzare piuttosto che per annunciare. Il sinodo, insomma, metterà al centro l’Amazzonia e non la Chiesa. Saranno i popoli indigeni, in quanto ritenuti detentori di una buona vita

Anche Ernst Bloch al sinodo sull’Amazzonia

Ernst-Bloch-foto-met-pijp

Più si esaminano i contenuti del paradigma amazzonico che andrà in onda al sinodo sull’Amazzonia il 5 ottobre prossimo e più ci si rende conto che esso viene da lontano e ha origine in Europa e non in America Latina. Nel paradigma amazzonico ci suono due aspetti di fondamentale importanza: il primo è che la