Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Lingue

LOGOTIPO8
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Lingue

LOGOTIPO8

Mons. Viganò si unisce alla dichiarazione che sollecita il Papa a pentirsi per l’idolatria alla Pachamama

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su print
mons_carlo_maria_vigano

12 novembre 2019 (LifeSiteNews) – L’arcivescovo Carlo Maria Viganò, il prelato che ha fatto trapelare informazioni riguardanti la copertura data da papa Francesco agli abusi su seminaristi commessi dall’ex cardinale McCarrick, ha aggiunto il suo nome a una dichiarazione di sacerdoti e studiosi laici per protestare contro il culto pagano della Pachamama, che ha avuto luogo il mese scorso durante il Sinodo dell’Amazzonia a Roma in presenza di papa Francesco e con la sua partecipazione attiva.

Nella dichiarazione rilasciata oggi, i 100 firmatari hanno invitato il Papa a “pentirsi pubblicamente e senza ambiguità di questi peccati oggettivamente gravi” e hanno chiesto ai vescovi di tutto il mondo di “offrire una correzione fraterna a papa Francesco per questi scandali”.

Essi rimproverano Papa Francesco di aver partecipato e sostenuto diverse cerimonie pagane in Vaticano durante il Sinodo dell’Amazzonia e quindi “protestano contro e condannano gli atti sacrileghi e superstiziosi commessi da Papa Francesco, il Successore di Pietro, in relazione al recente Sinodo dell’Amazzonia tenuto in Roma”.

L’arcivescovo Viganò ha aggiunto il suo nome a questa dichiarazione, intitolata Protesta contro i recenti atti sacrileghi di Papa Francesco”, dopo che è stata resa pubblica questa mattina (ndr 12/11/19).

In una recente intervista con LifeSite, Viganò ha formulato forti commenti sulle cerimonie pagane durante il Sinodo dell’Amazzonia, definendole “spaventose profanazioni idolatriche”.

“L’abominio dei riti idolatrici è entrato nel santuario di Dio e ha dato origine a una nuova forma di apostasia i cui semi, attivi da molto tempo, stanno crescendo con rinnovato vigore ed efficacia”, ha affermato.

L’arcivescovo Viganò ha continuato dicendo che sia il clero che i laici “non possono rimanere indifferenti agli atti idolatrici a cui abbiamo assistito” e ha esortato i cattolici a “riscoprire il significato della preghiera, della riparazione e della penitenza, del digiuno, dei ‘piccoli sacrifici, dei piccoli fioretti e soprattutto dell’adorazione silenziosa e prolungata davanti al Santissimo Sacramento”.

Ma ha anche sottolineato come l’attuale crisi si sia sviluppata negli ultimi decenni all’interno della Chiesa cattolica.

“Il processo della mutazione interna della fede, che ha avuto luogo nella Chiesa cattolica per diversi decenni, ha visto con questo Sinodo un’accelerazione drammatica verso la fondazione di un nuovo credo, riassunto in un nuovo tipo di culto [cultus]. In nome dell’inculturazione, elementi pagani stanno infestando il culto divino in modo da trasformarlo in un culto idolatrico”, ha detto.

Il 4 ottobre, durante una cerimonia nei Giardini Vaticani, un gruppo di indigeni è stato filmato mentre si inchinava davanti a due statue lignee raffiguranti la Pachamama, la dea Madre Terra. Papa Francesco ha benedetto una delle statue durante questa cerimonia. Il 7 ottobre, ha pregato davanti a una di queste statue a San Pietro e poi ha accompagnato un gruppo di persone che ha portato in processione la statua, adagiata su una barca, fino all’aula del Sinodo.

Recentemente è apparsa una dichiarazione della donna indigena che aveva guidato la cerimonia del 4 ottobre nei Giardini Vaticani, Ednamar de Oliveira Viana, della regione di Maués in Brasile. La donna ha spiegato che questa cerimonia aveva lo scopo di “soddisfare la fame della Madre Terra” e di riconnettersi con “la divinità presente nel suolo amazzonico”, confermando così la natura pagana di quella cerimonia con il Papa.

Traduzione a cura di Pan-Amazon Synod Watch

  • Nota: posizioni e concetti espressi negli articoli firmati sono di esclusiva responsabilità dei loro autori.
  • ©Riproduzione autorizzata a condizione che venga citata la fonte.
Maike Hickson

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
4 × 17 =