Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Lingue

Menu
LOGOTIPO8
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Lingue

Menu
LOGOTIPO8

Prete cattolico messicano brucia l’idolo della Pachamama in riparazione dell’idolatria in Vaticano

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su print

Don Hugo Valdemar Romero, ex portavoce della diocesi di Città del Messico, con a lato un’immagine della Madonna di Guadalupe e un’icona di San Michele Arcangelo, ha bruciato effigi delle statue pagane della “Pachamama” mentre guidava la preghiera dei fedeli  in espiazione del peccato di idolatria consumato in Vaticano durante il Sinodo dell’Amazzonia recentemente concluso. Di seguito, tratte dal blog Chiesa e post concilio, alcune dichiarazioni di padre Romero rivolte ai fedeli presenti alla cerimonia:

“La Benedetta Vergine [Maria] di Guadalupe, come sappiamo, è una giovane donna incinta. Porta in grembo Gesù che deve dare alla luce il nuovo continente (il nuovo mondo). Dice che viene a concedere il suo amore a tutti gli abitanti di questo intero continente (non solo il Messico). È incinta e porta Gesù che ci porterà il Vangelo e scaccia le tenebre dell’idolatria e del diavolo ”.

“Un amico esorcista afferma che questo idolo (la Pachamama) è in realtà la figura dell’anticristo. È una bestemmia e una parodia di Maria. Pachamama è incinta, ma porta l’anticristo per partorirlo nella chiesa massonica, per distruggere i sacramenti e tornare all’idolatria e alla superstizione. Quindi, questo anticristo che deve dare alla luce una chiesa con un “volto amazzonico” è un abominio, è una contraddizione con la dottrina della Chiesa. Ed è questa la dinamica in cui ora questi idolatri vogliono entrare “.

“Quindi, in segno di opposizione alle offese commesse nei confronti della Santissima Vergine Maria a Roma, nella sua chiesa della Traspontina, noi, come protesta e come segno di riparazione, bruciamo questo idolo satanico della Pachamama”.

Subito dopo, don Hugo Valdemar ha recitato una preghiera di riparazione della quale offriamo una nostra traduzione:

Santa Trinità, Padre, Figlio e Spirito Santo, ricevi dalle mani dell’Immacolata Madre di Dio e Vergine Maria di Guadalupe, dal nostro cuore contrito, un sincero atto di riparazione per gli atti di adorazione a idoli e feticci satanici che si sono verificati a Roma, Città Eterna e cuore del mondo cattolico, durante il Sinodo dell’Amazzonia.

Versa nel cuore dei cardinali, dei vescovi, dei sacerdoti, dei religiosi e delle religiose, il tuo Spirito, affinché espella l’oscurità dalle menti in modo che possano riconoscere l’empietà di tali atti, che hanno offeso la tua divina maestà, e offrano atti di riparazione e ammenda.

Versa in tutti i membri della Chiesa la luce della pienezza e della bellezza della fede cattolica. Accendi in tutti l’ardente zelo di portare la salvezza di Gesù Cristo, vero Dio e vero uomo, a tutti gli uomini, in particolare alle persone della regione amazzonica, che sono ancora schiave di idoli e superstizioni, affinché tutte le persone di questa regione raggiungano la libertà dei figli di Dio e godano dell’indescrivibile felicità di conoscere Gesù Cristo e di avere in Lui parte alla vita della tua natura Divina.

Santissima Trinità, Padre, Figlio e Spirito Santo, tu, unico vero Dio, al di fuori del Quale non c’è altro dio o salvezza, abbi pietà della tua Chiesa. Guarda in particolare le lacrime, i sospiri contriti e umili dei tuoi fedeli, benedici e proteggi i veri eroi cristiani, che nel loro zelo per la tua gloria e nel loro amore per la Madre Chiesa hanno gettato profeticamente nell’acqua gli idoli dell’abominio. Abbi pietà di noi: perdonaci, Signore! Abbi pietà di noi: Kyrie eleison!

Preghiamo

Perdonaci Signore, per l’atto sacrilego dell’adorazione della Pachamama e degli idoli amazzonici avvenuto nei giardini del Vaticano

Signore pietà, Cristo pietà.

Perdonaci Signore, per la profanazione della basilica e della tomba del beato apostolo Pietro, dove hanno intonato preghiere e canti agli idoli amazzonici.

Signore pietà, Cristo pietà.

Perdonaci per la processione della dannata canoa con i feticci amazzonici portati a spalla da vescovi, religiosi e laici all’aula sinodale.

Signore pietà, Cristo pietà.

Perdonaci per la profanazione della chiesa dedicata alla tua Madre Santissima, nella sua invocazione di Santa Maria in Traspontina, a Roma, dove hanno posto i diabolici idoli della Pachamama a cui hanno reso culto offendendo la memoria della nostra santissima Madre e la santità della tua casa.

Signore pietà, Cristo pietà.

Perdonaci Signore, per la profanazione della tua Santa Via Crucis, in Via della Conciliazione, a Roma, in cui hanno offeso la tua gloriosa Passione.

Signore pietà, Cristo pietà.

Perdonaci per la preghiera all’abominevole idolo della Pachamama composto dall’Agenzia Pastorale dell’Episcopato italiano pregata in diverse chiese d’Italia.

Signore pietà, Cristo pietà.

Perdonaci per la profanazione della Cattedrale di Lima, in Perù, in cui hanno elogiato l’idolo della Pachamama, frutto e inganno di Satana.

Signore pietà, Cristo pietà.

Perdonaci Signore per tutti i vescovi, i sacerdoti, i religiosi e le religiose che hanno offeso la tua santità come unico Dio, hanno commesso il crimine di idolatria e difeso, diffuso e dato culto a Satana nell’inganno dell’idolo della Pachamama

Signore pietà, Cristo pietà.

Perdonaci Signore, per i cattolici che pur vedendo non vedono, ascoltando non odono, e difendono questi atti demoniaci e abominevoli di adorazione degli idoli amazzonici, inganno di Satana. Non permettere che le loro anime si perdano, dai loro la tua luce divina affinché si convertano a te, unico vero Dio.

Signore pietà, Cristo pietà.

Perdonaci Signore, per la deificazione dell’ecologia, il disprezzo per gli esseri umani, la mancanza di coraggio nella difesa dei non nati, per gli aborti e i crimini infiniti dei tuoi figli.

Signore pietà, Cristo pietà.

Osservatorio - Sinodo sull'Amazzonia

One thought on “Prete cattolico messicano brucia l’idolo della Pachamama in riparazione dell’idolatria in Vaticano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
9 − 7 =