Hanno portato via il Signore! L’Amazzonia entra in chiesa con un culto pagano

Gesù e la Madonna escono di scena. Al loro posto una statua di un’indigena nuda e incinta adorata abusivamente come Nostra Signora delle Amazzoni, una para-liturgia di avemarie e girotondi tribali, un martirologio con attivisti marxisti come Chico Mendes: il peggio del sincretismo paganeggiante va in scena a pochi metri da San Pietro nella chiesa di Santa Maria in Transpontina

Sinodo Panamazzonico: ultima puntata della fiction

Riprendiamo dal blog di Aldo Maria Valli il saggio di José Antonio Ureta sulla cosiddetta “messa per la Terra senza mali”, già proibita dalla Congregazione per la dottrina della fede, adesso rilanciata e celebrata nella chiesa di Santa Maria in Traspontina, a due passi dal Vaticano. Fra gli oltre centotrenta eventi paralleli al sinodo che

Vescovo spiega i pericoli di ordinare sacerdoti sposati in Amazzonia

Pubblichiamo di seguito una nostra traduzione di un articolo apparso su ACI Prensa, che riprende le considerazioni preoccupate di un Vescovo sulla possibilità di ordinare persone anziane sposate. Il vescovo prelato di Moyobamba, mons. Rafael Escudero López-Brea, ha spiegato i pericoli di ordinare persone anziane sposate, i cosiddetti viri probati, come sacerdoti in Amazzonia. Nel

Strano dunque vero

Il vescovo di Mitù (Colombia), Medardo de Jesús Henao del Río, ha riferito di aver conferito il diaconato a un indio con “due riti”, il rito romano e il “rito indigeno”. Strano, dunque vero. Come dite? Che non esiste alcun “rito indigeno”? Suvvia, non siate pedanti. Come avete ben visto il 4 ottobre nei giardini