Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Lingue

LOGOTIPO8
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Lingue

LOGOTIPO8

Intervento di Daniel Martins al Convegno “Amazzonia: la posta in gioco”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su print

Daniel Martins

 

Gentili signore e signori, è con gioia che vi rivolgo brevemente la parola come membro del coordinamento giovanile dell’Istituto Plinio Corrêa de Oliveira che ha sede in Brasile.

Mentre si svolgeva il dibattito previo al Sinodo, l’Istituto, insieme ad alcuni studiosi cattolici di vari paesi, ha iniziato a realizzare una serie di analisi e di azioni riguardanti l’assise vaticana. A un certo punto, però, abbiamo capito che, per incidere veramente nel dibattito, mancava un aspetto.

La REPAM (Rete Ecclesiale Panamazzonica) e i difensori della “Chiesa dal volto amazzonico” affermavano di avere un contatto diretto con le popolazioni amazzoniche, da cui avrebbero preso l’ispirazione per redigere l’Instrumentum Laboris. Noi sapevamo che non era così. C’era un solo modo per confutarli: andare nell’Amazzonia e prendere contatto diretto con la popolazione, con gli indios e con i capi indigeni locali. Quelli veri, non quelli sbandierati dalle ONG e dalle organizzazioni internazionali che operano nella regione.

Per fare ciò servivano tempo, soldi e risorse umane. E a noi mancavano tutte e tre le cose. Con l’aiuto della Madonna si è aperta un’opportunità unica: quarantacinque giovani si sono offerti volontari. Se è per la Santa Chiesa, buttiamoci nella mischia! Per quanto riguardava la tempistica, disponevamo di soli venti giorni, le ferie scolastiche di metà anno.

Dopo aver riflettuto a lungo, siamo giunti alla seguente conclusione: la popolazione amazzonica non è molto grande ed è sparsa su un territorio enorme, di difficile accesso. Avevamo bisogno di ottenere un numero simbolico di firme per strada, non su Internet, a contatto diretto con le popolazioni locali. Ciò avrebbe aumentato la forza d’impatto del lavoro intellettuale che era in corso per confutare le falsità sinodali.

Secondo i nostri calcoli, significava percorrere più di diecimila chilometri in venti giorni… cioè cinquecento chilometri al giorno, mobilitando quarantacinque persone. Puntavamo a diecimila firme, cioè a un numero simbolico che rappresentasse però un campione assai ampio della regione amazzonica.

Sembrava un’impressa impossibile. Ma nulla è impossibile alla Madonna. I nostri ragazzi hanno percorso quasi undicimila chilometri, raccogliendo ventremila firme direttamente sulle strade dell’Amazzonia, senza nessun intervento della propaganda mediatica. Un’epopea notevole!

Ieri pomeriggio abbiamo avuto l’immensa gioia di consegnare queste firme alla Segreteria del Sinodo, rendendo quindi questo storico servizio alla causa cattolica. Così, la vera voce del vero popolo amazzonico è giunta in Vaticano.

Parallelamente, due coppie di volontari dell’Istituto Plinio Corrêa de Oliveira hanno percorso in lungo e largo la regione amazzonica, prendendo contatti con i capi indigeni. Qui c’è il dottor Nelson Barreto, che ha partecipato a questa epopea. Colgo l’occasione per, tramite di lui, mandare un saluto a tutta la squadra che si è impegnata in questa battaglia, in modo interamente gratuito e volontario. Colgo anche l’occasione per affidare questi ragazzi alle vostre preghiere.

Ciò dimostra che se l’Amazzonia non è il polmone del mondo, come affermano gli ambientalisti, è vero, tuttavia, che in Brasile abbiamo un fiorente movimento cattolico, con enormi polmoni, pieni di ossigeno, cioè pieni della grazia della Madonna, per la difesa della Santa Chiesa e della civiltà cristiana!

Adesso vedremo un breve video, di dieci minuti, che vi racconterà questa epopea amazzonica dell’Istituto Plinio Corrêa de Oliveira.

Grazie mille!

Osservatorio - Sinodo sull'Amazzonia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
9 + 30 =